The Ringmaster performing Rigby & Peller, Duane Park, New York City, 2022

Paul Etienne Lincoln

5 novembre 2022 - 10 febbraio 2023

The World and its Inhabitants è stato concepito originariamente da Paul Etienne Lincoln come un circo in miniatura e come un piccolo salon dei divertimenti in forma di performance. E’ un’intrattenimento da camera intimo e rituale, assai in voga già nel 18° secolo.
Nel corso una cena per soli sette ospiti, molto raffinata ed elaborata, tra una portata e l'altra vengono presentati alcuni personaggi in forma di minuscole sculture animate elettricamente, al fine di conciliare la digestione e animare le facoltà intellettuali.
L’artista, nelle vesti di Ringmaster, usa il proprio corpo facendosi veicolo della corrente elettrica, dando vita via via a tutte le figure. L’elettricità, passando attraverso le scarpe del Ringmaster, realizzate in piombo, attiva il Copper Governor, che genera un movimento alternato di corrente in forma di arco. Il Ringmaster, infine, usando un apposito flagello, interferisce a proprio piacimento nel movimento del Governor, permettendo alla figura prescelta di prendere vita in tre minuti di sfrenato splendore.
The World and its Inhabitants ha avuto inizio nel 1980 con la nascita di Nextus II (una figura primordiale collegata ad Adamo), di Lucus, Selisious e di Gustus, annoverando fino ad oggi più di cinquanta figure assai diverse tra loro, tratte dalla storia degli ultimi tre secoli e dai più svariati ambiti culturali. Il Copper Governor, a sua volta, ha un antenato illustre, in quanto è un facsimile del famoso cronometro marino H1, realizzato da John Harrison. In The World and its Inhabitants, questo orologio è usato per determinare la longitudine e latitudine di ogni figura e per donare a ciascuna di esse esattamente tre minuti di energia.
In mostra da Guido Costa Projects sono esposte venti nuove figure in forma di minuscoli congegni d’alta orologeria, presentate in apposite vetrine illuminate: sono i resti immobili di passati banchetti, meccanismi animati soltanto per quell’occasione.
The World and its Inhabitants, oggi nel cinquantesimo anniversario della sua nascita, continuerà ad allargarsi anno dopo anno. In mostra, due grandi stampe illustrano sia le prime 25 figure, realizzate tra il 1980 e il 1995, che il secondo gruppo, dal 1996 ad oggi, molte delle quali presentate per la prima volta al pubblico. Due vetrine raccolgono invece tutti gli strumenti usati nelle prime performances di The World and its Inhabitants, il costume del Ringmaster e altri oggetti di scena.

La mostra verrà inaugurata al pubblico sabato 5 novembre 2022, in occasione di Artissima, e sarà visitabile su appuntamento fino al 10 febbraio 2023